Tecnologie e servizi in Clinica Pellegrini: un’intervista al dottor Pellegrini

Tecnologie e servizi in Clinica Pellegrini: un’intervista al dottor Pellegrini

Estetica, impianti, radiografia, paura del dentista, odontoiatria pediatrica, denti del giudizio, apparecchi…
Con il dottor Pellegrini abbiamo fatto un vero e proprio viaggio tra i servizi e le tecnologie che utilizziamo nella Clinica e le domande e i dubbi più frequenti che hanno i nostri pazienti.

In Clinica Pellegrini vi occupate di estetica?

La bocca ha un ruolo importantissimo nell’organismo, ma se vogliamo semplificare pensando a quelle funzioni che tutti conosciamo possiamo dire che la bocca serve per mangiare, parlare e sorridere. L’ultimo è il ruolo “sociale della bocca”. È un ruolo importantissimo e si sposa con la funzionalità. Molte persone arrivano e ci confessano che non mostrano i denti nelle foto o coprono la bocca con la mano quando sorridono.

Al giorno d’oggi queste cose non devono più succedere perché la salute è anche il benessere psichico della persona.

Abbiamo possibilità amplissime di risoluzione delle problematiche che devono essere analizzate accuratamente durante la visita.

Possiamo eseguire degli sbiancamenti sia con l‘ausilio del laser in poltrona sia con mascherine domiciliari da applicare a casa. Possiamo correggere inestetismi grazie ai materiali compositi estetici, i materiali bianchi dell’otturazione, oppure per mezzo di faccette in ceramica che con spessori sottilissimi riescono a rendere il sorriso bello e naturale. Anche nei casi in cui si debbano ricoprire i denti oggi possiamo utilizzare materiali privi di metallo come la zirconia o la ceramica integrale.

Prima di vedere il risultato però devo “toccare” i denti?

No. Oggi possiamo eseguire una scansione dell’arcata dentaria tramite uno scanner intraorale.

Lo scanner intraorale è una specie di telecamera che trasmette a un computer l’immagine dei nostri denti. Con questa tecnologia non sono più necessarie le impronte dai gusti non buoni e che possono causare disagio ai pazienti con riflesso del vomito.

Una volta ottenuta l’immagine della bocca possiamo fare tutte le valutazioni di spazio e di chiusura che oggi i computer ci permettono e simulare un cambio di dentatura. Il risultato finale poi può essere trasportato su una mascherina trasparente grazie alla quale possiamo momentaneamente stampare con i materiali bianchi da otturazione la nuova forma dei denti nella bocca del paziente. In questo modo il paziente stesso potrà già vedere il risultato finale e anche il clinico fare delle valutazioni ancora più adeguate.

Dell’implantologia in Clinica Pellegrini cosa può dirci?

Gli impianti dentali sono diventati un ausilio importantissimo per riabilitare le zone prive di denti dei pazienti. In Clinica Pellegrini mi occupo in prima persona della materia. In molte occasioni, spesso per motivi infettivi, manca lo spessore sufficiente di osso per inserire gli impianti per cui procediamo alla rigenerazione ossea tramite differenti tecniche con utilizzo di materiali in commercio o con piccoli prelievi dell’osso del paziente all’interno della bocca. Tutte queste cose che fino a poco tempo fa sembravano fantascienza oggi sono tecniche largamente utilizzate e che hanno un sufficiente supporto scientifico. Certamente è necessario siano applicate da operatori con un adeguato grado di preparazione ed esperienza. Un aiuto importantissimo è stato dato dalla radiografia digitale tridimensionale.

Cos’è la radiografia digitale tridimensionale?

Si chiama cone beam e spesso si dice ai pazienti che è una TAC. In realtà la definizione è sbagliata perché la TAC si realizza in maniera differente inoltre la cone beam sottopone il paziente a molte meno dosi di raggi. In comune hanno la caratteristica che entrambi gli esami ci mostrano le tre dimensioni e quindi anche lo spessore dell’osso. Ciò ci agevola nella visione dell’anatomia e della presenza di nervi. L’esame viene svolto se contestuale, integrante e indilazionabile e con dovuta motivazione. Possiamo direttamente sul computer simulare l’inserimento degli impianti. Possiamo sovrapporre l’immagine radiografica alla scansione della bocca per ottenere delle dime con cui inserire gli impianti con una precisione maggiore dove vogliamo inserirli. Possiamo costruire delle matrici in titanio, adeguate alla zona priva di denti del paziente, che ci aiutino a ricostruire l’osso dove è mancante. Insomma la tecnologia 3D ci permette di eseguire interventi anche complessi con la massima precisione e sicurezza.

E se ho paura di sottopormi a un intervento?

La paura del dentista è una problematica molto diffusa e il timore di dover subire un intervento è una cosa naturale. Oggi grazie alla sedazione cosciente possiamo aiutare queste persone a superare le proprie paure. In Clinica Pellegrini usiamo il protossido d’azoto. Si fa respirare al paziente una miscela gassosa di ossigeno e protossido d’azoto tramite una mascherina profumata. Si raggiunge la soglia adeguata per la tranquillità del paziente e dopo 30’ dal termine della somministrazione non ci sono più effetti indesiderati e una persona può guidare o andare al lavoro come non avesse fatto nulla. Il bello di questo strumento è che si può utilizzare anche per aiutare i nostri bambini più preoccupati.

Quindi vi occupate anche di odontoiatria pediatrica?

Certamente e abbiamo operatori dedicati ai bambini. L’approccio con i piccoli pazienti è essenziale per evitare di avere dei traumi che si possono portare anche in età adulta allontanando il paziente dal prendersi cura della propria salute orale. Un sorriso, tempo dedicato al dialogo, spiegazioni semplici, l’aiuto della visione di un cartone animato insieme al dentista, piccoli premi come i diplomi di coraggio, permettono di rendere la seduta dal dentista un momento molto più piacevole. Dico sempre ai genitori che noi curiamo la bocca ma prima di tutto curiamo il paziente e i nostri piccoli pazienti sono sempre speciali.

Ma visto che fate chirurgia vi occupate anche dell’estrazione dei denti del giudizio?

Certamente, io oltre al master in implantologia, ho anche il perfezionamento in chirurgia orale. I denti del giudizio sono per molti uno spauracchio. In realtà sono un intervento delicato, da gestire correttamente per la presenza di nervi importanti, ma che in mani esperte può essere risolto in tempistiche spesso inferiori a quelle immaginate dai pazienti. Anche in questo caso ci aiuta la radiologia tridimensionale come l’utilizzo del bisturi piezoelettrico che permette tagli dell’osso più precisi e più sicuri nei confronti dei tessuti molli come la gengiva o i nervi. Oltre alla chirurgia dei denti del giudizio ci occupiamo anche di altri interventi come la rimozione di cisti, l’apicectomia, e le importanti visite e biopsie riguardanti le patologie del cavo orale. L’utilizzo del laser ci permette in alcuni interventi di eseguire dei tagli che tendono a non sanguinare e di biostimolare i tessuti per farli guarire più rapidamente.

Avete dottori esperti in apparecchi per correggere la chiusura e mettere i denti dritti?

In Clinica Pellegrini lavorano due colleghi che si occupano esclusivamente degli apparecchi, cioè dell’ortodonzia, sia con apparecchi tradizionali, sia con gli innovativi allineatori trasparenti, oltre all’ortodonzia intercettiva che ci permette di intervenire precocemente sui nostri piccoli pazienti correggendo alcune problematiche. Ci avvaliamo anche del prezioso supporto di una logopedista per correggere le abitudini scorrette dei bambini che possono portare a problematiche nella crescita ossea o dei denti.

E se uno serrasse i denti e se li consumasse?

Il bruxismo, cioè l’aumento del tono muscolare dei muscoli che chiudono la bocca o il vero e proprio digrignamento, è un fenomeno sempre in maggior crescita. Si possono associare anche problematiche muscolari come i mal di testa muscolo tensivi o problematiche articolari. Sono situazioni in cui, fino a un certo punto, è possibile poter intervenire con esercizi specifici o con bite adeguati in base alla situazione. E’ una materia di cui ci occupiamo e che ci affascina per la sua importanza e per quanto ancora c’è da sapere.

E di problemi di alito cattivo, gengive che sanguinano, cosa mi dice?

Questi sono sintomi che potrebbero essere associati alla parodontite, la malattia dei tessuti che sostengono i denti. È la sesta malattia al mondo ma non se ne prende molta cura. Spesso viene dato per scontato che chi ce l’ha sia costretto a perdere i denti ma oggi non è così. Importante è una diagnosi tempestiva, trattamenti adeguati e terapia di supporto con sedute di igiene regolare dal dentista oltre che con la corretta igiene a casa. I nostri igienisti si aggiornano costantemente come l’uso, oltre ai tradizionali strumenti, dell’air flow che rende l’igiene professionale più efficace e meno fastidiosa.

Apnee del sonno, un problema che può trattare anche il dentista?

La sindrome delle apnee ostruttive del sonno è una problematica ancora poco conosciuta dai pazienti che magari pensano semplicemente di russare. Invece può portare a problematiche gravi con alterazioni della concentrazione, stanchezza di giorno, aumento della pressione… Abbiamo avuto modo di diagnosticare anche forme gravi di questa patologia. Può in alcuni casi essere trattata con un protrusore, un apparecchietto che spostando in avanti la mandibola evita il crearsi delle apnee. Importante è la diagnosi corretta e in Clinica Pellegrini c’è una dottoressa che si occupa di questa materia.

Insomma vi occupate di parecchi ambiti dell’odontoiatria.

Cerchiamo di dare al paziente un servizio sempre più completo senza che sia costretto a essere demandato altrove per esami o visite rendendo quindi la vita più facile.

Per fare questo ci avvaliamo della collaborazione di più medici che ci permette di aggiornarci ognuno nei propri ambiti di competenza e con l’acquisizione delle tecnologie più importanti oggi a sostegno della diagnosi e della terapia. Tutto questo senza dimenticarci delle terapie più frequenti, come le otturazioni o le devitalizzazioni, che non sono secondarie ma basilari e necessitano anche loro un continuo aggiornamento in conoscenze, strumenti e materiali.

PRENOTA UNA VISITA DI CONTROLLO

Contattaci per prenotare una visita di controllo

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Articoli Correllati

VORREI UN BEL SORRISO: SCOPRIAMO LE FACCETTE!

Anche tu ti copri i denti quando parli? Nelle foto sorridi a bocca chiusa? Se ti guardi allo specchio ti accorgi che il tuo sorriso non rispecchia chi sei? Troppe volte ci viene raccontato dai pazienti come si vergognino a mostrare la loro bocca. Per questo in Clinica Pellegrini diamo importanza all’estetica del sorriso. Il

“HO TERRORE DEL DENTISTA!” UN PROBLEMA PER CUI ABBIAMO LA SOLUZIONE.

Ti sei riconosciuto nella prima affermazione del titolo? Faresti di tutto pur di non andare dal dentista? Inventeresti qualsiasi scusa per spostare l’appuntamento? Inizi a pensarci giorni prima di doverti presentare in studio? Se è così sono sicuro che rimandi le cure, la prevenzione e la salute della tua bocca continua a peggiorare. Ti ritrovi

TI PIACEREBBE UNO STUDIO DENTISTICO PER LE CURE DI TUTTA LA FAMIGLIA?

  Oggi intervistiamo il nostro Dott. Jacopo Pellegrini.   Dott Pellegrini, cosa l’ha spinta a costruire l’ambulatorio odontoiatrico più grande di Valdobbiadene? Ho sempre avuto il sogno di realizzare la struttura dove io stesso vorrei essere curato. Ogni giorno è importante porsi nella condizione del paziente e capire di cosa il paziente ha bisogno. Non

PARLIAMO DELLA QUESTIONE DEL PREZZO?

PARLIAMO DELLA QUESTIONE DEL PREZZO? Sono sicuro che l’argomento ti interessa per cui ti invito a leggere fino all’ultima riga. Per tua informazione ho una moglie e due figli anch’io per cui sono come te quando dismetto il camice da medico. Capita a volte di ricevere una telefonata che chiede il costo di una prestazione.